L’ipermetropia

Cos’è l’ipermetropia ?

L’ipermetropia è un difetto non facile da comprendere. È causata da un eccesso di accomodazione da parte del cristallino, necessario per riportare il fuoco delle immagini sulla retina. I primi sintomi possono essere avvertiti con l’affaticamento degli occhi e mal di testa, in particolare la sera. Una leggera ipermetropia resta spesso asintomatica fino all’età avanzata, perché l’occhio si adatta per ricostruire un’immagine nitida. Questa anomalia può provocare difficoltà e fastidi in particolare alle persone che lavorano o studiano in ambienti chiusi, a distanze ravvicinate e che fanno costante uso di schermi digitali. Per contro, con l’avvicinarsi dei 40 anni e della presbiopia l’effetto sulle distanze ravvicinate si presenta in anticipo e con maggiori problemi.

Nei bambini l’ipermetropia è un difetto diffuso e causato da un ritardo di sviluppo dell’occhio. Essendo la capacità del cristallino molto elevata nel ricondurre i raggi sulla retina spesso il difetti non vengono rilevati ma se l’ipermetropia resta trascurata a lungo può dare luogo a complicazioni importanti.

Come si manifesta

I sintomi che indicano una presbiopia:

Negli adulti:

  • Visione da vicino sfuocata e distorta
  • Strabismo
  • Affaticamento degli occhi, per esempio nel leggere, nello scrivere o al computer
  • Mal di testa

Nei bambini:

  • Lacrimazione
  • Strabismo nella visione da vicino
  • Aumento della frequenza del battito delle palpebre 
  • Necessità di strofinarsi gli occhi
  • Difficoltà nella lettura
  • Mal di testa

Quali sono le cause dell’ipermetropia ?

Un’ipermetropia può essere causata da diversi fattori: può essere determinato dalla lunghezza del bulbo oculare troppo corta, oppure dalla potenza del sistema ottico dell’occhio (accomodazione del cristallino insufficiente o curvatura della cornea troppo piatta) in rispetto alla propria lunghezza.

Come si corregge l’ipermetropia ?

Si utilizzano lenti positive, viene corretto esclusivamente il difetto per lontano anche se viene usato in parte per la vicinanza, lasciando spazio all’accomodazione fisiologica per la vicinanza, almeno fin tanto che non prenda il sopravvento la presbiopia. Gran parte di queste lenti, però, non sono più al passo con le esigenze della vita moderna che ci costringono ad un forte utilizzo di dispositivi digitali (smartphone, computer, tablet o console). Condizioni che ci inducono ad un forte sforzo accomodativo da parte del cristallino causandoci occhi affaticati.

Lenti ideali per la correzione dell’ipermetropia: 15 > 50 anni Essilor Eyezen – > 50 anni Varilux

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.